I principali trend del CES 2024

Lo spazio dei curiosi di futuro

I principali trend del CES 2024

Mi faceva piacere fare un breve approfondimento sul CES 2024. La grande fiera, o forse dovremmo chiamarlo show, di tecnologia di inizio anno ci ha regalato una quantità di gadget, innovazioni e spunti da riempire una libreria intera. Se cercaste le novità più intriganti su Google o Youtube potreste passare davvero molte ore a vedere le chicche dell’anno, ma io qui vorrei ricapitolare i principali trend di fondo.

Intelligenza artificiale generativa dappertutto

Forse anche troppo. Siamo in una fase eccitante e deludente contemporaneamente. Abbiamo visto sforzi da parte di ogni produttore per mettere l’AI ovunque, dalle auto ai frullatori, ma a parte cavalcare l’hype del momento, nessun sembra essere stato capace di fornirci una visione di quello che arriverà dopo.

L’evoluzione del metaverso

Quest’anno il concetto è stato interamente rivisitato. I visori di ultima generazione sono costosissimi? Gli usi ludici a livello consumer non hanno fatto presa su quasi nessuno? Bene, allora concentriamo su nicchie più piccole, ma intriganti. Quelle dell’uso industriale. Meglio parlare di ambienti che riproducono contesti reali complessi, dei veri e propri digital twin, all’interno dei quali produttori, tecnici, architetti, ingegneri e specialisti di vario genere possono lavorare per prototipare nuove innovazioni. Qualcuno parla di “immersive engineering”, qualcuno di “industrial metaverse”, ma il concetto è chiaro.

Mobilità e veicoli autonomi

Abbiamo capito, se ce ne fosse ancora bisogno, che i veicoli autonomi di livello 5, quelli davvero in grado di fare tutto da soli, sono ancora abbastanza lontani. I tentativi di “riempire” il tempo che passerà da oggi a quel momento si basa su qualche nuovo modello, qualche innovazione hardware, e l’idea che mettere a forza l’AI nelle auto sia una cosa utile, quasi dovessimo chiacchierare col nostro veicolo come faremmo con un amico. Abbiate pazienza, il cammino è lungo, ma i frizzi e lazzi di marketing a volte fanno un po’ sorridere.

I gadget legati alla salute non smettono mai di sorprendere

Abbiamo visto diversi tentativi di mettere quanti più sensori e dispositivi medici in un unico device che ci potrebbe aiutare a capire molto di più del nostro stato di salute. Presi individualmente non mi eccitano molto, ma se li combiniamo con il trend importante della telemedicina, capirne l’utilità è più facile. Se il dottore a distanza può avere informazioni mediche qualificate, provenienti da un dispositivo che non è un giocattolo, la qualità delle sue valutazioni potrebbe essere decisamente migliore. E questa è cosa buona.

Connessione con la natura

E’ un altro trend abbastanza forte che, paradossalmente ci dice che abbiamo bisogno di meno tecnologia. E di un ritorno all’ambiente, alle cose sane, ai materiali biodegradabili e sostenibili. Niente in grando di cambiare il mondo ed il cambiamento climatico preso da solo, ma tutto quello che aiuta una presa di coscienza sul tema è sempre benvenuto.

Star bene con sé stessi

Una vasta gamma di innovazioni ha riguardato l’ottimizzazione del proprio tempo, la gestione dello stress, i carichi di lavoro, il bilanciamento più umano e naturale tra impegni, lavoro e riposo. Se in passato abbiamo visto tante innovazioni che volevano renderci solo più produttivi ed efficienti, questa volta è spuntata anche qualche bellissima proposta di segno opposto. AdHawk Microsystems ha presentato degli occhiali che analizzano i movimenti oculari di chi li indossa, individuando gli schemi che indicano se si è in forma, se si ha bisogno di una pausa o se è il caso di chiudere la giornata. Man mano che i dati si accumulano, gli utenti possono anche cronometrare la loro giornata per sapere quali sono le ore di lavoro e di riposo migliori. Figo!

Potremmo parlare di CES per giorni, io spero che questo riepilogo di alcuni dei principali trend di fondo sia utile, perché qui si annidano alcune delle tecnologie più belle e promettenti che vedremo nel futuro prossimo.


APPROFONDIMENTI

The 11 most exciting tech trends of 2024, according to CES 2024 | TechRadar


I LIBRI DI THE FUTURE OF

“Next” è un’entusiasmante antologia che esplora le tecnologie emergenti, le scoperte scientifiche e le visioni che plasmeranno il nostro prossimo decennio. Frutto della raccolta degli scritti dell’autore dall’autunno del 2022 all’intero anno 2023, il libro offre una prospettiva unica sulle tendenze tecnologiche che potrebbero definire il nostro futuro.
Il titolo “Next” è scelto con attenzione, riflettendo l’idea che le tecnologie e i fenomeni discussi nel libro potrebbero rivelare il loro pieno potenziale nel corso del prossimo decennio. L’autore, con uno sguardo critico e senza inutili hype, esplora tematiche che vanno dalla crionica alle interfacce cervello-computer, dal futuro del volo all’inseminazione delle nuvole per far piovere, dall’agricoltura di precisione al cibo stampato in 3D, e davvero molto altro ancora.
Un punto di forza del libro è l’attenzione dedicata a tecnologie di nicchia e argomenti meno mainstream, rendendo la lettura un’esperienza avvincente e informativa. Attraverso numerosi esempi di persone, startup, applicazioni e progetti concreti, l’autore illustra come le visioni del futuro si stiano già realizzando in vari settori. Il libro non è una mera speculazione filosofica, ma un racconto avvincente di come le cose stiano accadendo ora, sottolineando che il futuro è già qui.