Il superuomo interconnesso e la sua hackerabilità

Lo spazio dei curiosi di futuro

Il superuomo interconnesso e la sua hackerabilità

L’hackerabilità dell’uomo interconnesso non è fantascienza (anche se capisco che il titolo potrebbe lasciarvi parecchio perplessi). Grazie alle brain computer interface (interfacce tra uomo e computer / macchina), ai dispositivi di lettura dei segnali elettrici generati dal nostro cervello ed ai sistemi di editing del DNA, è possibile violare le parti più profonde ed intime dell’essere umano. O almeno lo sarà in un futuro molto prossimo, man mano che l’esperienza di interpretazione dei segnali diventerà sempre più raffinata. Tanto che i ricercatori invitano i legislatori a proteggere la “mental privacy” e scoraggiare digitalizzazione e trasferimento dei dati sul nostro patrimonio genetico. Oggi le nostre esperienze, i nostri ricordi, il nostro più intimo DNA sono solo nostri, mentre domani potrebbero assistere ad accessi ed alterazioni “indebite”, che di sicuro non ci farebbero molto piacere. Con o senza il nostro consenso. Siamo pronti a questa nuova frontiera dalle conseguenze del tutto inesplorate?

Il superuomo interconnesso e la sua hackerabilità


ASCOLTA LA PUNTATA


NEWSLETTER

Qui il link all’archivio storico delle Newsletter.

Iscriviti. Gratuita. Scelta già da centinaia di appassionati.


SEGUI THE FUTURE OF


 

× Whatsapp