Musica e tecnologia dell’audio

Lo spazio dei curiosi di futuro

Musica e tecnologia dell'audio

S.9 Ep.177 – Musica e tecnologia dell’audio

Scenari (oltre il 2035) per la musica e la tecnologia dell’audio

1) concerti in VR: immaginate di assistere a un concerto comodamente da casa vostra, di indossare una cuffia VR e di essere immersi in un luogo virtuale dove, però potete anche interagire con altri spettatori virtuali. Gli artisti potrebbero sfruttare la VR per creare esperienze concertistiche uniche e surreali, spingendosi verso nuovi confini della musica e dell’arte visiva.

2) musica generata dall’AI: nel mio libro Emozioni 2051 ho raccontato una storia, intitolata Radio Pirata, dove raccontavo come nel 2051 la musica sarebbe stata, per legge, solo algoritmica. Certo era uno scenario pensato per la narrazione, ma il coinvolgimento dell’AI sarà un dato di fatto. Con il continuo progresso dell’intelligenza artificiale, potremmo assistere a un’impennata della musica generata dall’AI.

3) distribuzione decentralizzata: i contratti intelligenti potrebbero automatizzare i pagamenti delle royalties, garantendo agli artisti un compenso equo per il loro lavoro. Inoltre, la blockchain potrebbe consentire transazioni dirette peer-to-peer, permettendo ai musicisti di vendere la propria musica e il proprio merchandising senza dover ricorrere a intermediari tradizionali come le etichette discografiche.

4) esperienze musicali neurologiche: I progressi della biotecnologia e la nostra comprensione della neurologia potrebbero portare a modi innovativi di vivere la musica. Immagina una musica che non sia solo ascoltata ma anche percepita a livello fisiologico. Le interfacce neurologiche potrebbero tradurre i segnali musicali direttamente al cervello, creando un’esperienza di ascolto più coinvolgente e personalizzata.

I 5 perché

Musica e intelligenza artificiale

Uno. Perché dovremmo usare l’intelligenza artificiale per generare musica?

Due. Perché l’AI dovrebbe creare meglio dell’uomo o aiutarlo in questo senso?

Tre. Forse l’AI non si deve sostituire all’uomo, perché potrebbe essere un buon co-pilot?

Quattro. Perché un autore dovrebbe focalizzare maggiore attenzione sugli aspetti emotivi?

Cinque. Perché cercare questa connessione così? Non basterebbe un algoritmo di raccomandazione?

News dal futuro

AI e nuovi materiali per le batterie, grafene e semiconduttori, reti familiari globali, performance dei motori di ricerca, futuro dei chioschi di self-checkout.


ASCOLTA LA PUNTATA SU SPREAKER

ASCOLTA LA PUNTATA SU SPOTIFY


NEWSLETTER

Iscriviti. Gratuita. Scelta già da centinaia di appassionati.


APPROFONDIMENTI

How AI Is Transforming Music | TIME

How Music NFTs Can Reshape the Music Industry | Chainlink Blog

EXPERT COMMENT: How music heals us, even when it’s sad – by a neuroscientist leading a new study of musical therapy (northumbria.ac.uk)


LE ULTIME 10 PUNTATE DEL PODCAST


I LIBRI DI THE FUTURE OF: NEXT

“Next” è un’entusiasmante antologia che esplora le tecnologie emergenti, le scoperte scientifiche e le visioni che plasmeranno il nostro prossimo decennio. Frutto della raccolta degli scritti dell’autore dall’autunno del 2022 all’intero anno 2023, il libro offre una prospettiva unica sulle tendenze tecnologiche che potrebbero definire il nostro futuro.
Il titolo “Next” è scelto con attenzione, riflettendo l’idea che le tecnologie e i fenomeni discussi nel libro potrebbero rivelare il loro pieno potenziale nel corso del prossimo decennio. L’autore, con uno sguardo critico e senza inutili hype, esplora tematiche che vanno dalla crionica alle interfacce cervello-computer, dal futuro del volo all’inseminazione delle nuvole per far piovere, dall’agricoltura di precisione al cibo stampato in 3D, e davvero molto altro ancora.
Un punto di forza del libro è l’attenzione dedicata a tecnologie di nicchia e argomenti meno mainstream, rendendo la lettura un’esperienza avvincente e informativa. Attraverso numerosi esempi di persone, startup, applicazioni e progetti concreti, l’autore illustra come le visioni del futuro si stiano già realizzando in vari settori. Il libro non è una mera speculazione filosofica, ma un racconto avvincente di come le cose stiano accadendo ora, sottolineando che il futuro è già qui.